Piero “lo skin”

Torino, via Garibaldi, anni ’80. Due passi per riprendermi dalla lunga nottata in un club di Mirafiori, dopo l’ennesimo concerto allo Studio Due di Slep and the Red House, in supporto ai Pretty Things, leggenda del beat inglese. “Slep !” È Piero, un giovanotto atletico, detto “lo skin“ nonostante il ciuffo alla Elvis, sempre presente alle esibizioni della mia band. La sua stretta mi stritola la mano. Pare … Continua a leggere Piero “lo skin”

I Punk e il Pentagramma

Rimini, estate fine anni ’80. Ho 26 anni e mi guadagno da vivere suonando in una band r’n’r da sette, dopo essere riuscito a scampare alle condanne definitive di una promettente carriera militare e di un rassicurante impiego in banca. Scarico il Marshall Plexi e il Telecaster dal furgone: abbiamo un’ora di show a disposizione prima che i Cramps, “psicho-billy-punk” band, saltino sul palco. Kristy … Continua a leggere I Punk e il Pentagramma

“La band” (Slep and the Red House)

1984, 23 Aprile, Torino, in un bar che non c’è più. Paolo, il “dottore”, è venuto a prendere me, una chitarra e una valigia alla stazione; dopo anni di nomadismo per il mondo, sono di nuovo alla base. Tre anni prima, Mick Taylor, in un teatro tenda, mi ha marchiato a vita con la sua Gibson Les Paul; il resto lo hanno fatto gli After … Continua a leggere “La band” (Slep and the Red House)